ct-sc
CONTATTA

Serie CT-SC

CALDAIA A BIOMASSA MODELLO CT-SC
La Caldaia “CT-SC” è progettata per l’utilizzo di un’ampia gamma di combustibili: pellet, sansa, nocciolino, cippato e qualsiasi altro tipo di biomassa, così da poter essere definita “onnivora”. La caldaia è certificata secondo la Norma Europea EN 303-5 ed è di classe 3 per rendimento ed emissione.
Il materiale utilizzato per la costruzione delle caldaie è di ottima qualità, selezionato da severi controlli all’interno del nostro stabilimento. Questa organizzazione ci permette di raggiungere uno standard qualitativo molto elevato che distingue le nostre macchine su tutto il mercato. Una coclea di acciaio rafforzato per durare più a lungo, un sistema di ritorno fumo in tramoggia.

DESCRIZIONE: La caldaia “CT-SC ” è adatta sia per ambienti civili che industriali. La sua spiccata versatilità e le numerose possibilità di personalizzazione, ne consentono l’istallazione in ogni tipo di ambiente proprio come una caldaia a combustibile liquido. Il prodotto è conforme alla Normativa Europea EN 303-5 e appartiene alla classe 3 per emissione e rendimenti. Questi si attestano all’89% e sono stati certificati presso i laboratori della IMQ Primacontrol. Il materiale utilizzato per la sua produzione è completamente certificato e sottoposto a severi controlli e test durante tutto il processo di produzione. In tal modo, la nostra caldaia riesce a raggiungere standard qualitativi estremamente elevati.

PRINCIPIO DI FUNZIONAMENTO: Il combustibile stoccato nella tramoggia, viene fatto avanzare ad intermittenza nella camera di combustione grazie ad un sistema composto da due viti senza fine, con velocità di rotazione differenti, azionate automaticamente da un motore elettrico. All’interno della camera di combustione, con l’ausilio dell’aria comburente soffiata da un ventilatore, si sviluppa la fiamma che cede calore all’intercapedine riempita d’acqua. I fumi di combustione sono obbligati a fare tre giri all’interno del corpo caldaia prima di essere espulsi nella canna fumaria. Tale funzionamento permette un ottimo scambio dell’energia termica con il fluido vettore, aumentando il rendimento e diminuendo, contestualmente, i consumi di combustibile. La gestione di tutta la macchina è controllata da un termoregolatore che rende il funzionamento completamente automatico. Sulla scheda si collega anche la pompa dell’impianto, che permette di far circolare il fluido vettore. Inoltre questa è interfacciabile con un termostato ambiente esterno e con un crono.

ACCESSORI OPZIONALI: Accensione automatica con phon (dispositivo che rende automatico il processo di avvio della combustione).

  • tramoggia contenimento combustibile maggiorata (silos più grandi per aumentare l’autonomia della caldaia).
  • camera di combustione in materiale refrattario (permette di mantenere più a lungo il calore nella camera di combustione migliorando i rendimenti e riducendo il consumo di combustibile).
  • Produzione acqua calda sanitaria (con serpentina in rame alettato estraibile).
  • valvola idrica antincendio (dispositivo che bagna il combustibile nel caso in cui venga registrato un eccessivo aumento della temperatura fumi nel condotto del combustibile).

CARATTERISTICHE

  • Combustibili ammessi: combustibili solidi di piccola pezzatura quali pellet, sansa, bucce di pinoli tritate, bucce di mandorle o nocciole tritate, mais ( se con bassa umidità residua e in miscela al 50% con pellet).
  • Capacità serbatoio di stoccaggio: tramoggia da 130 kg o (i pesi si riferiscono al pellet).
  • Rendimenti superiori all’85%.
  • Corpo caldaia in lamiera con spessori variabili da 4 mm a 8 mm, certificato secondo la norma UNI EN 303-5.
  • Due portelli, d’ispezione e pulizia, coibentati con uno spesso strato di materiale refrattario resistente alle sollecitazioni termiche.
  • Scambiatore di calore a fascio tubiero con tubi Mannessmann del diametro di 60,3 mm e spessore di 3,25 mm
  • Percorso a tre giri di fumo che garantisce elevati rendimenti e basse emissioni di CO
  • Bruciatore in ghisa
  • Possibilità di attacco ad un termostato ambiente
  • Protezione collaudata contro il ritorno di fiamma
  • Alimentazione automatica a coclea
  • Sistema di aria comburente primaria e secondaria
  • Pannello di comando e controllo modulante che gestisce la regolazione dell’afflusso di combustibile e dell’aria comburente con logica di funzionamento a stati successivi.
  • Scovolo pulizia fascio tubiero

N. 2 Phon per l’accensione automatica della caldaia anche attraverso un crono esterno interfacciabile con la centralina di controllo.

Ancora non ci sono recensioni.

Scrivi la prima recensione per “Serie CT-SC”

CONTATTA